venerdì 25 aprile 2014

VIENNA








Da Lunedì 14 a Sabato 19 Aprile si è svolto a Vienna il più grande torneo di basket giovanile d’Europa, a cui in questa edizione hanno partecipato 520 squadre di 23 Paesi.

Team 78 ha partecipato con la squadra femminile U14 composta per l’occasione da 10 ragazze (Anna G., Anna C., Beatrice B., Beatrice Z. Irene R., Joana C., Francesca Z., Federica Z., Greta G., SilviaP.,) accompagnate per l’occasione da Valentina Preo e Marta Nordio.

Questi i risultati ottenuti sul campo:



SpNr Tag Zeit Halle Team A Team B Ergebnis



WU14-003 15.04. 13:00:00 SchmelzSch 1 Martellago Kemmern 38:36

WU14-005 16.04. 10:30:00 SchmelzSch 2 Ternberg a.K. Martellago 15:59

WU14-006 16.04. 15:30:00 SchmelzSch 2 Muttenz Martellago 32:64

WU14-009 17.04. 10:30:00 SchmelzSch 2 Martellago WMG Basket 58:7

WU14-069 18.04. 09:15:00 SchmelzSch 1 Martellago Valais 54:26

WU14-077 18.04. 15:30:00 SchmelzSch 2 Martellago BEAC Budapest 27:40



Dal punto di vista puramente sportivo il bilancio è stato decisamente positivo, le ragazze son state eliminate nei quarti di finale dalla BEAC Budapest che poi si è aggiudicata il Torneo in finalissima battendo Francoforte.



Nel girone eliminatorio avevamo di fronte una squadra tedesca, una svizzera, una austriaca e una belga.

Proprio l’esordio contro le tedesche è stata la partita più difficile, fisicamente inferiori le nostre hanno rincorso per tutto il match, sotto anche di 8pti, finché nell’ultimo quarto una tripla di Joana ha permesso il sorpasso e stringendo i denti abbiamo portato a casa la partita per 38 a 36.

Rotto il ghiaccio dell’esordio le nostre ragazze hanno iniziato a giocare in scioltezza ed hanno inanellato altre tre vittorie abbastanza facilmente.

Negli ottavi di finale abbiamo incrociato le svizzere del Valais che hanno opposto una buona resistenza per un quarto e mezzo, dopo di ché Team78 ha preso il sopravvento dilagando fino al 54 a 26 finale.

Nei quarti di finale purtroppo abbiamo incrociato proprio quelle che avevamo individuato fin da subito come forse la squadra più temibile, la Beac Budapest.

Sarà stato per come erano “inquadrate” in stile militaresco ma mettevano soggezione solo a vederle, fisicamente impressionanti, con ottime individualità e gioco spumeggiante sapevamo che sarebbe stata durissima, ma sapevamo anche che in caso di superamento del turno avremmo avuto la strada spianata per la finale.

Fin dal primo minuto è una battaglia, loro partono forte e prendono un piccolo vantaggio, noi facciamo molta fatica ma recuperiamo e teniamo contatto grazie a Bea che nel primo q.to tiene in vita la squadra; lo perdiamo 11 a 9 ma siamo là!

Nel secondo cambia qualcosa, Coach Vale sistema le cose e si svegliano anche Irene, Silvia, Francy e Fede, mettiamo sotto le tedesche, recuperiamo e andiamo anche in vantaggio, solo nel finale con un ingenuità difensiva concediamo un canestro facile con fallo che fa terminare il periodo 11 a 9 per noi. Al riposo 20 pari.

Terzo q.to, Bea ha problemi di falli e resta per molto tempo seduta in panchina, le compagne si fanno in 4, la partita diventa molto…forse troppo spigolosa, ma le ragazze non si tirano indietro contendono ogni pallone e restano in corsa, perdiamo il q.to per 5 a 4.

Iniziamo l’ultimo q.to sotto di 1, gli arbitri iniziano a non fischiare più nulla e tra colpi proibiti, spinte e gomitate ci disuniamo in fase difensiva, le ungheresi in questa fase oltre al fisico fanno valere anche il maggior tasso tecnico e ci infilano anche da fuori; a circa 3 minuti dalla fine sotto di 7 esce Bea per falli, Irene alle prime vere partite dopo l’infortunio è sulle gambe, con Francy che si trova a marcare una di 30 cm più alta….alziamo bandiera bianca perdendo il q.to per 15 a 3 ed il match per 40 a 27.

Le ungheresi, come anticipato, vinceranno poi il Torneo meritatamente dimostrandosi la squadra nel complesso più completa.

A parte la normale amarezza del post partita, si torna a casa consci dei propri mezzi e dei propri limiti e con la convinzione che il livello del campionato Regionale a cui partecipiamo sia di assoluta rilevanza.

Una bella esperienza non solo sportiva, molte immagini resteranno impresse nei ricordi delle ragazze e di noi genitori, forse una delle più significative è vedere la squadra austriaca in prima fila a tifare e cantare “martellago, martellago..” e correre in campo ad abbracciare le nostre ragazze a fine partita.

Ringraziamenti d’obbligo vanno alla Società, a Valentina e Marta, a tutti i genitori che hanno contributo al buon esito del viaggio ed alla Soc. Rhodigium Rovigo nelle persone della Sig.ra Presidente Paola Galasso e Sig.ra Barbara Civiero per l’assistenza fornitaci nell’organizzazione della trasferta.



mr





Nessun commento:


credits: zancoa.it