mercoledì 14 marzo 2012

VEDI UNO - LEGGI DUE -


GARA SAN MATINO LUPARI.

Non c’è due senza tre.
Dopo 3 settimane di pausa finalmente ricomincia il campionato con il girone di ritorno,i nostri avversari sono il San Martino di Lupari, squadra che abbiamo già affrontato in 2 occasioni sempre con risultati a noi positivi ma anche con delle difficoltà per via della loro aggressività.
LA partita inizia subito con il botto, noi infatti creiamo un mega parziale subito, sovvertendo la “tradizione” che ci vede partire più stile diesel che sprint, questa condotta di gara mette in enorme difficoltà le nostre avversarie che faticano ad arrivare al nostro canestro e ogni tanto anche a superare la metà campo, il parziale si chiude con un laconico 23 a 0 a nostro favore.
Il secondo parziale è più equilibrato con loro che inseriscono un quintetto più forte e ci mettono in difficoltà soprattutto nei primi minuti e riescono, finalmente visto il primo quarto, a fare un paio di canestri a cui noi non riusciamo a controbattere.
Loro, per provare a tornare in partita, si affidano alla loro aggressività in difesa che ci penalizza iniziamo così a perdere palle facilmente evitabili, noi, dopo una prima fase di sbandamento, riusciamo a contenere i danni arrivando al riposo in vantaggio per 30 a 15.
Dopo la pausa torniamo in campo con lo stesso atteggiamento dell’inizio partita, concedendo un po’ di più in difesa e sbagliando troppi canestri, riuscendo a chiudere anche questo parziale con un cospicuo attivo per 15 a 2.
L’ultimo tempo scorre via abbastanza tranquillamente intervallato principalmente dai falli che vengono fischiati ad entrambe le squadre; noi riusciamo ad arrivare fino ad un massimo vantaggio di +30 solo a quel punto lasciamo spazio alla squadra avversaria e la partita si conclude con il punteggio 51 a 33.
Prossima sfida sabato 10 marzo contro la Reyer con l’obbiettivo di poter vendicare la sconfitta dell’andate
Parziali 23-0,7- 15,15-2, 6-16, risultato finale 51-33
Pastrello 18,Baldi 14, Vianello, Zorzetto 5, Righetti 9, Gini 1,Zennaro B, Zennaro F. , Cestaro 2,Barbero , Bergo,Voltan


GARA REYER















Una sconfitta, nessun timore reverenziale nei loro confronti , centomila la voglia di rivincita da parte nostra ,in poche parole uno nessuno centomila.
Mai titolo fu più appropriato per la partita clou di questo girone di ritorno del nostro campionato, contro la temibile Reyer avevamo infatti subito l’unica sconfitta, per di più in casa, del nostro campionato per cui nessun cosa ci poteva rendere più dolce il weekend che vincere questa partita.
Veniamo dalla bella vittoria con San Martino di Lupari per cui con il morale è a mille ma, la voglia di rivalsa o un po’ di soggezione ,ci fanno ricadere nel “difetto” che ci ha accompagnato per tutto il nostro inizio di campionato, un inizio di partita mollo.
Per il momento l’essere un diesel non c’è costato moltissimo in termini di vittorie ma in una partita così combattuta e di livello può essere un difetto che costa la partita.
Nei primi 2 quarti purtroppo disputiamo, per certi versi, i peggiori tempi fino ad ora, anche per colpe non totalmente nostre, concedendo troppi canestri facili alle avversarie mentre noi facciamo un’immensa difficoltà a mettere punti a referto.
Non siamo neanche molto fortunati poiché molti “buoni” tiri negati dal canestro o non entrano per qualche strana regola fisica a noi sconosciuta fatto sta che arriviamo al riposo con uno svantaggio considerevole : 22 a 10, minimo dell’anno quasi a livello primi anni minibasket e con il morale sotto i tacchi.
La pausa, come al solito, è nostra alleata, entriamo nuovamente in campo con la testa ben attaccata al collo, con tanta voglia di far bene e con l’intenzione di mostrare il nostro vero valore alle avversarie.
Di colpo riusciamo a recuperare un paio di canestri chiudendo ogni possibile buco in difesa mettendo a loro, pur essendo ancora in vantaggio, un paura addosso che fa sbagliare alle nostre avversarie anche delle semplici rimesse.
In un baleno riusciamo a riportarci sotto con il nostro pubblico che trasforma il palazzetto di via Olimpia in una bolgia mentre i sui tifosi della Reyer cala un silenzio di tomba chiaro segno che anche loro si rendono conto che in campo è scesa un’altra squadra rispetto all’inizio del match
All’alba dell’ ultimo quarto ci troviamo in vantaggio di un punto dopo un mega parziale di 23 a 8 a nostro favore e, grazie alla loro assenza offensiva, riusciamo ad arrivare ad un massimo vantaggio di 5 punti; tutto ok pare ma qui facciamo un errore fatale dovuto anche all’inesperienza ad affrontare partite così tirate.
Per un paio di minuti, invece di giocare di squadra , proviamo azioni solitarie che portano ad un nulla di fatto permettendo alle avversarie di riprendere un po’ di lucidità e di rientrare in partita grazie anche ad un paio di fischi dubbi del duo arbitrale.
La partita diventa tesa e piena di falli e negli ultimi 3 minuti del periodo si arriva alla roulette dei tiri liberi che purtroppo questa volta non vogliono entrare e anche l’ultimo tiro, a pochi secondi dalla fine, sul punteggio di parità non ci porta fortuna…allora OVERTIME.
Qui però tensione ,ed altre variabili a noi sconosciute, ci fanno soccombere con il tabellone che segnai 50 a 46.
Loro, per il momento, rimangono la nostra bestia nera però sappiamo che ce la possiamo giocare senza problemi, speriamo ,nel terzo incontro di questo campionato, di riuscirle a battere finalmente.
Uno nessuno centomila…
Uno,il numero di squadra che alla fine poteva esultare, uno: i punti che ci hanno diviso da una vittoria incredibile e portato al supplementare, uno: il fischio di un arbitro che alla fine può incidere sul risultato di una partita.
Nessuna :le ragazze che nella seconda metà di partita non hanno dato il massimo per vincere la partita, nessuno: pensava di avere un gruppo cosi unito dopo metà campionato, nessuna: deve pensare che questo sia un punto d’arrivo nessuno deve pensare che non si possa ancora migliorare.
Centomila :le emozioni e le facce di questo incredibile match, centomila: i possibili rimpianti per una partita sfuggita proprio alla fine, centomila: i particolari su cui bisogna lavorare ogni allenamento per riuscire a espugnare il fortino reyer e disputare una partita ancora migliore.
Uno nessuno centomila..




tabellino partita contro Reyer:
REYER vs TEAM78 50-46 dopo 1 O.T
Parziali: 1° 8-3 2° 16-7 3° 8-23 4° 10-9 O. T 8-4
Team 78
Zorzetto 7; Cestaro 8; Righetto 6; Pastrello 6; Gini 2; Baldi 17; Zennaro F. ; Voltan; Vianello; Zennaro B.; Gianolla ; D’este; Barbero
Uscita 5F: Pastrello

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Intanto i complimenti a tutte le ragazze ed ai Coaches, per il campionato fin qui svolto e per la continua crescita del gruppo (e non solo dal punto di vista tecnico).
Poi con riferimento alla partita vs Reyer, a mio parere abbiamo visto i 2 peggiori quarti (il primo ed il secondo) ed i migliori 2 quarti del campionato (3° e 4°).
Alla squadra timida e spaesata dei primi due quarti si sono sostituite 13 Bull Dog che hanno "azzannato" le avversarie senza lasciare loro scampo passando in poco più di 10 minuti da -16 a +6 contro una delle squadre più forti della zona. Poi ci si è messo l'arbitro...e questo è un'altra storia (preciso..non il mini arbitro che ha diretto molto bene senza timori, ma l'adulto che ha fischiato chirurgicamente). Comunque sia...per me (e penso per tutti i genitori) è come se l'avessero vinta sul campo la partita e dell'arbitro non vale la pena soffermarsi....contento lui a vincere così....noi ci teniamo volentieri questa sconfitta che rafforza la convinzione di avere un gruppo davvero forte e con ampi margini di crescita....ed in ogni caso c'è sempre un'altra partita in programma per regolare i conti....
BRAVE RAGAZZE!
mr

Anonimo ha detto...

PS: per chi non ne fosse a conoscenza questa è la classifica Esordienti Femminile ad oggi con i risultati a me noti:

TEAM78 V 4 P 2
LUPE V 3 P 2
REYER V 2 P 3
ALBIGNASEGO V 1 P 2
GIANTS V 1 P 2

mr


credits: zancoa.it