lunedì 8 novembre 2010

UNA BUONA SCONFITTA: IL LEONE SI STA RISVEGLIANDO!

UNDER 17
JUNIOR BASKET LEONCINO - TEAM 78 MARTELLAGO 70 - 50

(Parziali 27-15,44-30,59-39,70-50)

Sarà perchè sono ottimista per natura! Sarà perchè mi hanno sempre insegnato di tirar fuori i lati positivi anche dai fatti negativi! Sarà perchè la vita ti insegna che nelle cose che fai devi metterci sempre il massimo impegno e che il risultato non conta, ma io sabato 6 a Spinea non ho visto una brutta squadra under 17 del Team 78: anzi! Ho rivisto in parte la squadra matta dell'anno scorso che riusciva a sfoderare una feroce zampata di orgoglio e che vinceva magari all'ultimo canestro.
Come dire ci sono sconfitte e sconfitte: penso che questa sia una buona sconfitta. Quali sono, direte, le cose positive che si possono trarre da questa sconfitta? Un attimo di pazienza lettori curiosi.

a) L'onore delle armi all'avversario: bravissimi due o tre giocatori avversari che facevano la differenza con canestri a ripetizione. Onestamente, però, non ho visto un gran Spinea ma solo questi pochi campioni costretti a giocare praticamente tutta la partita (uno addirittura con la caviglia gonfia ancora non usciva). Come dire: fermi questi, fermi tutti!;

b) Il mancato spirito sportivo: rimaniamo con il dubbio (il beneficio d'inventario è sempre concesso!) che il refertista (lo possino...!) non segnasse correttamente i falli degli avversari, che fare falli tecnici pur stravincendo sia poco onorevole, che un allenatore votato a vincere a tutti i costi non me ne frega come, siano tutti indici di mancanza di spirito sportivo: speriamo che questa distinzione con lo Spinea ci contraddistingua sempre!

c) La zampata del leone: ho visto i nostri giocatori segnare più canestri rispetto alle partite precedenti e questo potrebbe dipendere da un allenamento più mirato ("mirato" è il termine giusto!) ma anche dal fatto che forse il leone appisolato si sta risvegliando dal torpore, che è stato ritrovato un pò di quel coraggio perduto ("the courage lost" come direbbero gli inglesi ... 'mazza che erudito che so!).
A parte applaudire i nostri soliti giocatori che stanno in campo per scelta tecnica più minuti vorrei elogiare anche alcuni chiamiamoli "panchinari" (anche se il termine non è dei migliori) come Enrico, Filippo, Daniele e altri, perchè con grande umiltà e senso di gruppo danno sempre il 1000/100 quando entrano ed è molto importante per la squadra perchè la squadra sa sempre che può contare su di loro.
Bene così! Avanti tutta! Forza che ci siamo! Daai fioi!

Se ci saranno i presupposti della buona sconfitta con lo Spinea, la mia natura ottimistica mi dice che faremo una bella partita sabato prossimo 13 novembre in casa contro l'Arilica: scomettiamo una pizza e una birra?

Bene! Lasciamo il posto ora ai nostri consulenti familiari che ci daranno alcuni utili consigli per una felice vita di coppia.

MARGHE&GIO': LE DIECI REGOLE D'ORO PER UNA DURATURA VITA MATRIMONIALE (prima puntata).

REGOLA n.1 (ipotesi di base): all'inizio Dio creò la Terra e si riposò, poi creò l'uomo e si riposò, poi creò la donna e da allora né Dio né l'uomo hanno più riposato!
REGOLA n.2 : marito e moglie devono dormire in letti separati: lui in Veneto, lei in Lombardia.
REGOLA N.3 : tenere sempre per mano la moglie: se la lasciate andare peggio per voi perchè comincerà a spendere!
(Continua ... purtroppo!)

Alla prossima
Mister D

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Secondo me a voi brucia un casino aver perso. (punto)
Che dire dello spirito sportivo di qualche vostro giocatore che in campo ha offeso gli avversari!!!

Anonimo ha detto...

Provvedimenti:Soc. TEAM 78 B. MARTELLAGO ammenda di €. 20,00 per offese verbali dirette ad arbitri o tesserati collettive frequenti (25,4b)


credits: zancoa.it